AUS OPEN : Cobolli non si ferma battuto anche Kotov, fuori Arnaldi

(Foto P.Boren)

da eurosport.it

AUSTRALIAN OPEN –  Flavio Cobolli dopo aver superato le qualificazioni raggiunge il terzo turno dell’Australian Open battendo in quattro set il russo Pavel Kotov, 7-5 6-3 5-7 6-2. Affronterà Alex De Minaur, che oggi ha battuto agevolmente Matteo Arnaldi.

Prosegue il sogno australiano di Flavio Cobolli! Dopo aver superato le qualificazioni con tre match che hanno rasentato la perfezione, il romano centra il terzo turno battendo Kotov in quattro set, dopo l’impresa al quinto set con Jarry. Una partita dominata dall’inizio alla fine, il russo ha perso le staffe non avendo modo di imporre il suo gioco. Ci si aspettava, per l’appunto, un match in cui fosse Kotov a dirigere le operazioni, con Cobolli a contrattaccare. L’azzurro lo ha invece quasi doppiato per numero di vincenti, riuscendo anche a disinnescare il suo poderoso servizio. Nel primo set Cobolli è il primo ad allungare ma viene riacciuffato da 4-1 a 4-4. Il break decisivo avviene nel dodicesimo gioco, con un doppio fallo di Kotov e conseguente impeto d’ira sfogato con la propria racchetta. Dal 7-5 il romano acquista fiducia e continua il crescendo, trovando maggiore incisività e percentuali al servizio leggermente migliori. Il break nell’ottavo gioco è quello decisivo. Entrambi i giocatori fanno molta fatica quando mettono in campo la seconda di servizio, specie il russo, che si vede arrivare addosso delle palle molto cariche proposte da Cobolli.

Il terzo set sembra perennemente in bilico, Kotov sembra sempre a un passo dall’andare in spogliatoio. Eppure recupera un break subito in avvio, annulla palle break nel quinto e nel nono game per infilare Cobolli con un prodigioso passante lungolinea di rovescio che gli vale l’allungo decisivo e il 7-5. Era difficile mantenere la concentrazione, invece il romano a ricominciato da capo a costruire il suo gioco con diligenza. Un Kotov stanco e ormai alle strette si arrende tra molto (ingiustificato) nervosismo e colpi da cineteca dell’azzurro. Il tennista nativo di Firenze affronterà ora Alex De Minaur, che oggi sul campo centrale ha annichilito il nostro Matteo Arnaldi, lasciandogli appena sei game. Comunque vada, un altro grande palcoscenico e la prima volta ai sedicesimi di uno Slam.

(2671)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com