Roland Garros : Iga Swiatek “Il mio sostegno va a tutti gli ucraini”

(Foto Patrick Boren)

Finale femminile : [1] Iga Swiatek (POL) c. Karolina Muchova (RTC) 6-2 5-7 6-4

Parigi – Quarto Slam in carriera per Iga Swiatek che trionfa per la terza volta a Parigi, difendendo il titolo vinto nel 2022. “E’ stata un partita intensa con molti alti e bassi. Momenti stressanti, e difficili Quindi sono abbastanza felice alla fine di essere stata solida in quei pochi ultimi giochi ed aver finito il match. Ma Karolina ha giocato davvero bene. È stata una grande sfida. Sono felice e davvero orgoglioso di me stesso per avere vinto”

Un risultato importante raggiunto non senza difficoltà “Beh, non lo so. È piuttosto difficile fare dei confronti, sai, perché non lo so, l’anno scorso per certo è stata una conferma per me, dimostrare che la prima volta non era stata una coincidenza o qualcosa del genere. Questo, di sicuro, è stato un po’ più duro in termini di, sai, come hai detto, gli infortuni e la pressione, e tornando anche a questo torneo come detentore del titolo, campione in carica, in questo momento mi sento come se fosse un po’ diverso. Avevo bisogno di gestirlo davvero. Sono super felice di essere riuscita a farlo e anche Daria mi ha aiutato, perché di sicuro queste ultime tre settimane non sono state facili. Sai, anche l’intero lavoro di squadra, sai, prendersi cura della mia salute e gestirla effettivamente, sai, piccoli infortuni che sono accaduti. Lo sappiamo, quello che  succede nello sport, ma lui è la ragione fondamentalmente sono stato in grado di competere, sia dopo, tu sai, Indian Wells, sono tornato molto velocemente, e dopo Roma, pure. Quindi davvero un grazie alla squadra, perché senza di loro, io non sarei qui.”

Alla fine in ginocchio sulla terra un momento di emozioni forti. “Non lo so. All’inizio sono rimasta sorpresa, perché ho visto tutte queste partite di Karolina quando lei in realtà stava rientrando pur essendo sotto con da punteggi del genere, prima del match point non pensavo davvero che sarebbe successo che poteva accadere ora. In un certo senso, ho appena l’ho giocato, ho appena dato tutto. Ma sono rimasto un po’ sorpresa che in realtà fosse successo, lo sai. Lei trovava sempre il modo di rientrare in partita sempre. Quindi mi sono sentita come, non lo so, non so cosa ho provato. Momento difficile da descrivere. Ma tanta felicità. mi sono sentito improvvisamente, sai, stanca di queste tre settimane. Forse le mie partite non erano fisicamente estenuanti, ma è difficile mantenere la concentrazione per questi quasi tre settimane. E anche l’intero swing su terra, sai. Da Stoccarda che non sono stata a casa. Quindi sono felice che, non lo so, io che sia finito l’intero swing sul campo in terra battuta così bene, e che io sia sopravvissuta. Immagino che non avrò mai dubbi la mia forza di nuovo forse per questo “

Ora dopo la vittoria si può anche guardare al mondo esterno  “Beh, in un certo senso rimango nella mia bolla. Onestamente, l’unica cosa che faccio è, sai, onestamente, preparati solo per le tue domande e io in un certo senso voglio mostrare buoni valori. Quindi mi  preparo  prima delle mie conferenze stampa. Ma non sto usando molti social media e non leggo quello che scrivono. Quindi, onestamente, se non avessi ricevuto simili brief dal mio PR e dalla squadra, a volte non saprei nemmeno di queste cose. So che potrebbe essere strano, perché dovrei, sai, essere consapevole di cosa sta succedendo, ma è come il modo migliore per  essere davvero concentrato e di svolgere correttamente il mio lavoro. Dopo i tornei, come hai detto, mi prendo sempre del tempo per farlo tipo di recuperare il ritardo con tutto quello che stava succedendo. Ovviamente ho sentito cos’è successo.”

E puoi condividere le tue opinioni con noi? “ Beh, l’unica cosa che posso dire è solo per ripetere me stesso e le mie opinioni su come siamo noi comunità di tennisti, non lo so, dovrebbe essere una specie di stare insieme nel fare come ogni sforzo per fare in modo che i russi arrestino l’aggressività. Il mio sostegno va a tutti gli ucraini, perché lo so che la loro situazione non è facile. Come se fossi nei loro panni, non so se sarei in grado di competere, Onestamente. Quindi li rispetto davvero, davvero, e voglio farlo in un certo senso mantenere la mia concentrazione sul fare ciò per cui sarà giusto per loro. Sì, è tutto quello che posso dire onestamente.”

  (1546)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com