DAVIS ITALIA-SVIZZERA : Barazzutti “Essere favoriti è positivo”

Si è conclusa da poco a Pesaro la prima conferenza stampa dei quattro azzurri che, guidati dal capitano Corrado Barazzutti, affronteranno la Svizzera orfana di Roger Federer e Stanislas Wawrinka. Il primo a parlare è proprio il capitano, che rompe il ghiaccio mostrando tutto il suo ottimismo per l’imminente sfida:“Essere favoriti è positivo, ma i ragazzi sanno che in Coppa Davis nulla è mai semplice. Indipendentemente dalle assenze nella squadra svizzera, dobbiamo essere concentrati al massimo per vincere e per qualificarci ai quarti.Ripeto, noi dobbiamo dare il meglio al di là del fatto che di fronte non ci sono Federer, che si è operato al menisco, o Wawrinka.

Gli fa eco Marco Cecchinato, n.90 del mondo, che si è detto entusiasta ed emozionato di quella che sarà la sua prima volta in Davis “E’ la mia prima convocazione ed allenarmi con giocatori della levatura di Seppi, Bolelli e Lorenzi non può che farmi bene. Spero di far tesoro di questa bellissima esperienza e che mi serva per il prosieguo della stagione”.

Capitan Barazzutti ha voluto spendere anche qualche parola sull’assenza di Fabio Fognini, uno dei grandi attesi della vigilia e costretto a dare forfait a causa di un infortunio: “Dispiace per l’assenza di Fabio, che non è recuperabile a causa dell’infortunio riportato nella trasferta in Sudamerica. La squadra è comunque competitiva e ben attrezzata e qui con noi c’è un giovane come Cecchinato. Contiamo sul calore del pubblico pesarese che accorrerà all’Adriatic Arena per dare alla nostra squadra la spinta necessaria a battere gli svizzeri.”

L’ultimo a parlare è Simone Bolelli, reduce dalla vittoria in doppio in coppia con Andreas Seppi all’ATP 500 di Rio de Janeiro “Una bella soddisfazione conquistare il titolo in un torneo così prestigioso e comunque vincere aiuta a vincere ed è molto importante soprattutto alla vigilia di un incontro d Davis. Dopo una paio di incontri giocati in trasferta torniamo a gareggiare in casa. Ci aspettiamo l’aiuto del pubblico di Pesaro. Ci fosse stato Federer magari avrebbero fatto il tifo per lui…”.

Iolanda Gambuzza (598)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com