Anversa. Va a Sinner il derby contro Musetti

Da www.supertennis.tv

Anversa – Ha vinto il più forte. Che ha dominato quella che probabilmente è stata solo la prima di una lunga serie di sfide che appassioneranno i tifosi azzurri e non solo negli anni a venire. E’ stato Jannik Sinner a staccare il pass per i quarti dell’“European Open”, torneo ATP 250 con un montepremi di 508.600 euro che si sta disputando sul veloce indoor della “Lotto Arena” di Anversa, in Belgio.

Nel derby Next Gen – 39 anni in due – di secondo turno (ottavi) l’altoatesino, n.13 ATP – ennesimo “best ranking” proprio questa settimana – e prima testa di serie del torneo, si è imposto per 75 62, in un’ora e 35 minuti di partita, su Lorenzo Musetti, n.69 del ranking. Il più giovane tra i due (si fa per dire…) ha pagato un pizzico d’inesperienza ed un filo di impazienza di troppo quando lo scambio andava per le lunghe oltre ad un’ottima prestazione del rivale in risposta.

Tra il 20enne di Sesto Pusteria ed il 19enne di Carrara non c’erano precedenti nel tour: i due si erano affrontati all’ultimo turno delle pre-quali degli IBI 2019 con Jannik che si era imposto dopo aver annullato un match-point.

Dopo qualche scambio di studio reciproco, nel quarto game è stato Musetti a procurarsi con un rovescio insidioso la prima palla-break del match ma non è riuscito a sfruttarla, spedendo in corridoio proprio il suo colpo migliore, il rovescio. I due hanno lottato punto a punto difendendo con autorità i rispettivi turni di servizio fino al decimo gioco quando l’altoatesino ha risposto molto bene e Lorenzo, dopo aver recuperato da 0-30 e fallito una chance del 6-5, con due serve & volley non troppo fortunati ha ceduto la battuta permettendo a Jannik di andare a servire in vantaggio 6-5. Sinner non se lo è fatto ripetere due volte e completando una striscia consecutiva di sette punti si è assicurato il primo set (7-5).

Nel secondo parziale ancora un momento di difficoltà per Lorenzo che dopo aver fallito due opportunità consecutive di aggiudicarsi il game d’avvio (una per merito di un “gancio-cielo” di Sinner in stile Nadal) ha annullato con il serve & volley la prima palla-break e con un ace la seconda e poi l’1-0 è arrivato, interrompendo una striscia di tre giochi consecutivi del 20enne di Sesto Pusteria. In un attimo però Musetti ha subìto due break consecutivi con Sinner volato sul 5-1. Nel settimo game reazione d’orgoglio di Lorenzo che ha cancellato due match-point (con una prima nell’angolino e un diritto sulla linea) accorciando le distanze (5-2). Ma poco dopo Jannik ha chiuso il discorso (6-2). Bello l’abbraccio tra i due a fine match.

“E’ stata una bella partita: noi non ci alleniamo mai insieme. E’ davvero bravo per essere così giovane ed è capace di variare tanto. Sono molto soddisfatto per questo mio primo match qui”, ha commentato a caldo l’altoatesino.

Musetti cercava conferme dopo i segnali di ripresa mostrati nel match di primo turno vinto con due tie-break su Gianluca Mager, n.67 ATP ma il Next Gen toscano, che dopo il ritiro al quinto set contro Djokovic negli ottavi al Roland Garros ha vinto solo tre dei tredici match disputati (mai due partite di fila nello stesso torneo), dopo un buon primo set si è fatto prendere dallo sconforto, confermando di non stare attraversando un gran momento. Ma i segnali di ripresa ci sono.

Venerdì nei quarti – i tredicesimi in carriera, gli ottavi in questo 2021 – Sinner troverà dall’altra parte della rete il francese Arthur Rinderknech, n.65 del ranking: il 26enne di Gassin si è aggiudicato in tre set lottatissimi l’unico precedente, disputato negli ottavi dell’ATP di Lione (terra) lo scorso maggio.

Ad Anversa Jannik va a caccia di punti per la “Race to Turin”, la classifica che seleziona gli otto protagonisti per le Nitto ATP Finals di novembre (al momento l’altoatesino è undicesimo).

Il numero uno del seeding è – come detto – Sinner: il tennista allenato da coach Riccardo Piatti precede l’argentino Diego Schwartzman, n.13 ATP, finalista nel 2016 e nel 2017, il cileno Cristian Garin, n.17 ATP (eliminato all’esordio per 46 63 63 da Alejandro Davidovich Fokina, n.44 del ranking), e lo spagnolo Roberto Bautista-Agut, n.20 ATP. Per tutti e quattro ingresso in gara direttamente al secondo turno.

Assente il campione in carica, il francese Ugo Humbert (n.28 ATP), mentre è già fuori il finalista di dodici mesi fa, l’australiano Alex De Minaur, n.26 ATP e sesta testa di serie, eliminato per 64 60 dallo statunitense Brandon Nakashima, n.79 del ranking, passato attraverso le qualificazioni.

SuperTennis, la tv della Fit, segue in diretta e in esclusiva l’ATP 250 di Anversa. Questa la programmazione:

giovedì 21 ottobre – LIVE alle ore 15.00 (circa): Bautista Agut c. Fucsovics

non prima delle ore 18.30: A.Murray c. Schwartzman

a seguire: Nakasimaa c. Laaksonen

venerdì 22 ottobre – LIVE alle ore 15.00, 17.00, 18.30 e 20.30

sabato 23 ottobre – LIVE alle ore 15.00 e 17.30 (semifinali)

domenica 24 ottobre – LIVE alle ore 16.30 (finale) (182)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com