ATP Sofia : Sinner – Monfils sfida per il titolo

da  supertennis.tv – (Foto P.Boren)

Sofia – Jannik Sinner sfiderà (oggi alle 15.30, diretta su SuperTennis) Gael Monfils per tornare campione a Sofia per il secondo anno consecutivo. Dopo il successo su Krajinovic, si è detto felice di rappresentare l’Italia nelle Davis Cup Finals
“L’anno scorso nessuno si aspettava potessi vincere il torneo. Quest’anno è tutto diverso. Ho migliorato tante cose rispetto al 2020, una di queste è la testa”. Jannik Sinner ha evidentemente le idee chiare sui progressi rispetto all’anno scorso. A Sofia, dove dodici mesi fa ha conquistato il primo titolo ATP in carriera, l’altoatesino è tornato in finale senza perdere un set. In ben quattro set, prò, ha recuperato un break di svantaggio.
L’ha fatto anche contro Filip Krajinovic, nella sua quinta semifinale stagionale. L’azzurro ha recuperato da sotto 2-5 nel secondo set e chiuso 6-3 7-5 contro il numero 37 del mondo, un po’ ammaccato per un problema al piede nei game conclusivi della partita.
Per conquistare il secondo titolo consecutivo a Sofia, dovrà battere come a New York, meno di un mese fa, l’amico showman Gael Monfils. Di fronte ci saranno dunque le prime due teste di serie del torneo.
Allo US Open hanno giocato cinque set senza mezze misure in un’atmosfera resa caldissima dai tifosi che nel finale presero le parti del francese. Stavolta sarà il silenzio a dominare, il torneo infatti si è giocato finora senza pubblico.
“Mi piace giocare a tennis, ho una passione incredibile per questo sport – ha detto in conferenza stampa -. Il tennis mi piace anche nei momenti difficili, perché quando li superi ti diverti ancora di più”.
Il teenager azzurro non vede l’ora, ha detto dopo la semifinale, di scendere in campo per l’Italia nelle Davis Cup by Rakuten Finals. “Sarà fantastico giocare a Torino, non vedo l’ora di scendere in campo” ha spiegato.
Intanto, Sinner ha annunciato che a Indian Wells giocherà il doppio con Matteo Berrettini. Un’operazione nata prima dello US Open, che sa anche di anticipo di Coppa Davis.
“Prima degli Us Open, ci siamo allenati più volte insieme. Parlando di Indian Wells abbiamo scoperto che nessuno dei due aveva un compagno per il doppio, così abbiamo pensato di giocarlo insieme – ha detto -.Penso che da lui potrò imparare molte cose: sarà molto interessante”
Tuttavia, ha aggiunto l’altoatesino, “non so ancora se saremo io e Matteo a giocare il doppio in Davis per l’Italia. Penso che ci siano altri doppisti migliori. Dipenderà anche da come staremo alla fine della stagione. Comunque siamo una squadra molto forte, sarà bellissimo”. (207)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com