Cincinnati : Sonego agli ottavi, Sinner cede a Isner al terzo, fuori anche Fognini

Cincinnati –Secondo turno fatale per Jannik Sinner che non riesce a superare il gigante americano (2mt11) John Isner. L’altoatesino che si era aggiudicato il primo set per sette gicohi a cinque, gioca alla pari fino al tie-break della seconda frazione. Avanti quattro punti a due gioca malamente una volèe e poi lascia i cinque punti consecuti ad Isner che chiude il tie-break 7-5. Nel terzo e decisivo set Jannik subisce il break fatale sul 3 pari. Game giocato di fretta e senza concentrazione. Purtroppo contro Isner un break quivale a set e match perso. Le traiettorie del servizio dell’americano sono quasi sempre imprendibili ed anche la seconda , servita in media a 180 km/h , risulta spesso fatale.

A sinner si può rimproverare poco se non come nel torneo vinto a Washington la scarsa percentuale di prime palle al servizio. Anche oggi l’allievo di Piatti è stato sotto il 60% per l’esattezza 54% e con queste percentuali Jannik ha dovuto battagliare da fondo ogni gioco di battuta. Peccato perchè quando la prima passa è molto efficace , 11 aces per l’itliano contro i 12 di Isner. Se si vuole crescere nel ranking il servizio è indispensabile,

Ottima prova invece di Lorenzo Sonego che ha battuto in due set (7/6 6/2) l’americano Tommy Paul 24 anni e 56 delle classifiche. Lorenzo ha sofferto nel primo set dove ha dovuto annullare diverse palle break, ma si è appoggiato al servizio (13 aces in totale) che lo ha sostenuto per tutto l’incontro. Ora per Sonega la testa di serie n.2 il greco Stefanos Tsitsipas. Mission impossible, ma per Lorenzo tutto è possibile.

(Foto Patrick Boren) (71)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com