Roland Garros : Vincono Paolini ed Errani

(Foto P.Boren)

da supertennis.tv

Torneo femminile belle vittorie per Errani e Paolini.

Va di fretta Sara Errani nel suo 100° match Slam: la 33enne romagnola, n.150 WTA, promossa dalle qualificazioni, ha liquidato 62 61, in appena 53 minuti di partita, la portoricana Monica Puig, n.90 del ranking, sconfitta per la prima volta in carriera.

La 27enne di San Juan, che al Roland Garros per tre volte ha raggiunto il terzo turno (2013, 2016 e 2019), si è aggiudicata tutti e quattro i precedenti, ma il più combattuto si è giocato proprio sul “rosso” a Strasburgo (primo turno), quattro anni fa. Quando il servizio funziona per “Sarita” splende il sole anche quando piove: la romagnola incamera velocemente (6-2) un primo parziale dove non concede palle-break e strappa per due volte la battuta alla sua avversaria (primo e quinto gioco). Nella seconda frazione Errani centra il break al secondo game e poi, dopo aver salvato le prime palle-break del match (tre) sale 3-1. Puig non ci crede più, ed Errani completa una striscia di sei giochi consecutivi (6-1).

La 33enne romagnola – alla 12esima presenza a Parigi dove ha giocato una finale (2012), una semifinale (2013) e due quarti (2014 e 2015) – troverà al secondo turno l’olandese Kiki Bertens, n.8 del ranking e 5 del seeding, semifinalista nello Slam francese nel 2016, sempre battuta nelle cinque sfide precedenti.

Concede qualche game in più Jasmine Paolini. La 24enne di Castelnuovo di Garfagnana, n.94 WTA, ha battuto 64 63, in poco meno di un’ora e un quarto, la spagnola Aliona Bolsova, n.97 del ranking, che al Roland Garros vanta gli ottavi raggiunti lo scorso anno.

La 24enne di Castelnuovo di Garfagnana, alla seconda presenza nel main draw parigino (lo scorso anno ci arrivò superando le qualificazioni), ha vinto l’unico precedente, al primo turno dell’ITF di Saint Malo due anni fa. Scatta meglio dai blocchi la spagnola (break al terzo gioco) ma la toscana recupera immediatamente. Nell’ottavo game Jasmine toglie ancora il servizio alla Bolsova (5-3) ma in quello successivo, dopo aver fallito un set-point, concede il contro-break. Nel decimo gioco, però, l’azzurra riprende a spingere ed archivia il parziale (6-4). Nella seconda frazione Paolini schizza avanti 5-0, Bolsova recupera fino al 5-3 salvando due match-point nel settimo game, ma nel non Jasmine non fa sconti (6-3).

Prossima avversaria la ceca Petra Kvitova, n.11 del ranking e 7 del seeding, semifinalista nel 2012 ed altre tre volte negli ottavi (l’ultima nel 2015): tra le due non ci sono precedenti. (36)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com