WIMBLEDON : Stefano Travaglia, la prima in uno Slam

Stefano Travaglia, 26 anni di Ascoli Piceno è riuscito a qualificarsi per la prima volta dopo tre tentativi per uno Slam superando al quinto, sotto di due set a uno il canadese Polansky. Viene da lontano
questo successo dall’estate del 2011 quando subisce un grave infortunio che rischia di compromettergli la carriera, scivolando dalle scale frantuma un vetro e si rompe i legamenti della mano destra. L’incidente avviene quando era a ridosso del 300º posto to nella classifica ATP, la convalescenza dura circa un anno e deve quindi rinunciare a tutti i punti accumulati. Una carriera costellata dagli infortuni l’ultimo nel 2016. Ad inizio stagione Travaglia subisce un infortunio alla schiena che lo tiene lontano diversi mesi dai campi di tennis e rientra in luglio, ripartendo dalla 562ª posizione. Nel finale di stagione vince in singolare i Futures F28 di Reggio Emilia, l’F30 di Santa Margherita di Pula, entrambi in settembre, l’F33 di Santa Margherita di Pula in ottobre e l’F36 di Santa Margherita di Pula in novembre. Adesso è al n.155 e se il fisico e la sorte lo lasceranno tranquillo i top-100 non sono lontani.
Nel tabellone a Wimbledon complimenti
“Un bel punto di partenza per come è iniziata la stagione nei tornei minori  non me l’aspettavo, però il lavoro che ho fatto si è visto non in questa settimana , ma nell’ultimo mese, la classifica sta migliorando. E’ un buon punto di partenza.”
Difficili le quali
“L’erba della quali era  un pizzico più veloce. Dipende dalle condizioni, l’umidità, come trattano i campi. Questa molto più lenta, ma bisogna vedere martedì come andrà. Bisogna adattarsi. “
Primo turno contro Rublev
“Con Rublev non ci ho mai giocato contro, partita dura ma sull’erba non si mai, punto su punto al meglio dei cinque set, vedremo.” (360)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com