ROLEX MONTE-CARLO MASTERS : Nadal in semifinale, Pella resiste solo un set

(Foto Brigitte Grassotti)

da www.federtennis.it

PELLA METTE ALLE CORDE NADAL – Era per la prima volta nei quarti di finale di un “1000” anche l’argentino Guido Pella (in precedenza mai oltre il primo turno a Montecarlo), un paio di mesi fa vincitore a San Paolo del suo primo titolo Atp, e con una grande prova ha reso davvero dura la vita a Rafa Nadal, al rientro dopo l’infortunio al ginocchio che lo ha costretto al ritiro a Indian Wells il mese scorso, l’altro protagonista più atteso alla luce anche dell’assenza di Roger Federer. E’ stato un inizio in salita per il maiorchino, che perdendo per ben tre volte il servizio si è ritrovato sotto 4-1. Il fuoriclasse spagnolo, che su questi campi vanta 11 trofei (i primi otto consecutivi, 2005-2012, e poi ancora dal 2016 al 2018), oltre a un’altra finale, persa nel 2013 contro Djokovic, pian piano ha ritrovato il ritmo, risalendo la china sino ad operare il sorpasso, ma sul 5-4 ha sbagliato due risposte di fila propiziando il 5-5 e poi è incappato in altri errori non da lui, così da incassare un quarto break in un solo set, sulla terra. Ottenuto il 6-6, il mancino di Manacor ha poi dominato il “gioco decisivo”, volando sul 6 a 0 e chiudendolo per 7 punti a 1 con un preciso smash, dopo qualcosa come un’ora e 20 minuti di sofferenza. In avvio di seconda frazione Nadal ha tolto il servizio al 28enne di Bahia Blanca e questo gli ha dato tranquillità per issarsi sul 5-1, nonostante la tenace resistenza di Pella, capace di risalire sino al 3-5, prima di arrendersi, con un doppio fallo, dopo due ore e venti minuti intense, tanto da meritarsi l’abbraccio del fuoriclasse iberico e una standing ovation del pubblico quando è uscito dal Centrale. L’argentino da lunedì entrerà fra i top-30 della classifica mondiale migliorando ulteriormente il proprio best ranking (numero 32 il mese scorso), mentre Rafa ha allungato a 17 incontri la striscia positiva al Country Club, sempre più “casa sua” (71 partite vinte fin qui). Insomma, il “signore della terra” – su questa superficie nelle ultime due stagioni ha perso appena due match, sempre contro Dominic Thiem: nei quarti degli Internazionali BNL d’Italia nel 2017 e a Madrid nel 2018 – compie un altro passo verso la conferma del titolo monegasco (nessuno è mai riuscito a conquistare 12 volte lo stesso torneo), primo step di un percorso che da qui alla prima settimana di giugno lo chiama a difendere la bellezza di 4.680 punti, visti i trionfi anche a Barcellona, Roma e Parigi dello scorso anno.

RISULTATI – Quarti: ( (2) Nadal (ESP) b. Pella (ARG) 76(1) 63. (117)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com